chi-sono

Mi chiamo Valeria ho 30 anni e sono la creatrice del marchio Maggiociondolo.
Non so cosa si scriva di solito nelle pagine di presentazione ma una cosa la so: io ho iniziato dalle trecce.
Da quando ricordo ho vissuto nel laboratorio di mia madre, giocando con le prese della corrente, dormendo sui sacchi delle maglie e cercando di raccogliere i nastrini colorati per fare le trecce. All’epoca ero convinta che sarei diventata una veterinaria.

Poi però quando cresci succede di tutto.
Cose, eventi, amicizie, e io da sempre ho un amico di quelli speciali. Quando hai la fortuna di crescere con uno così resti per forza coinvolta in tutto quello che fa. Ti stimola con ogni idea, ti fa immaginare ogni visione e ti fa respirare la passione. Oggi ha una casa di moda e mi viene da sorridere che a 4 anni già si sfilava con qualsiasi tessuto lucente drappeggiato con gli spilli. A ripensarci erano orrendi ma da piccoli si sa le cose hanno un altro senso.

Amo le mie origini che nella mia testa ritrovo nelle segherie, i fienili, i vigneti e i campi di ortiche.
Mi piacerebbe raccontarvi del loro profumo. Ma devo parlarvi di me percui….

Abito in una località di montagna ai piedi del Monte Pasubio e non scherzo quando vi racconto che, dalle finestre in laboratorio, entrano gli uccellini per posarsi sulle sbarre della corrente. Qui d’estate ci sono le lucciole, in primavera i caprioli in giardino e d’inverno la neve e tanto ghiaccio. L’autunno è un mare rosso.
Spinta un po’ dagli eventi sono finita a frequentare le superiori professionali di moda, i conti non li sapevo proprio fare ma mi riusciva bene il disegno. I 5 anni più utili della mia vita. Ho imparato le basi con quella scuola e soprattutto, con quelle insegnanti, ho capito che la mia più grande soddisfazione era costruire qualcosa.
Avevo finalmente trovato un senso: una cosa si formava nella mia testa e qualche ora dopo la stavo guardando trale mie mani. Mamma mia quanta roba ho buttato!!
Potrei stare qui ad elencarvi quanti corsi poi ho fatto, potrei elencare tutti i lavori e tutti i laboratori e persone con cui ho lavorato. Forse potrei anche farvi una lista di quante persone devo ringraziare per aver oggi il bagaglio necessario per realizzare le mie idee.

Ma la sostanza è che nella mia vita mi è capitato di fare di tutto. Quando la gente mi chiede cosa bisogna fare per fare quello che faccio io rispondo: non ho mai detto di no ad un lavoro, ad un progetto o ad un’iniziativa. Non ho mai detto una volta non lo so fare ma soprattutto non si può fare.

Io di moda non ne capisco poi tanto, la mia creatività consiste nel creare qualcosa di semplice con qualsiasi cosa mi capiti a tiro. Meglio ancora se fatta con materiali di recupero e si può portare in più modi.
Forse per questo le mie creazioni sono pratiche, non seguono le mode ma le esigenze. Sono di quelle cose che puoi mettere quando vuoi. La indossi e sei sempre a tuo agio.
E’ questo che per me è importante: creare qualcosa di personalmente utile che vi accompagni sempre.